Posizione corrente:

Lions Toscana 108La > Eventi > Un’esperienza unica

Un’esperienza unica


Mi chiedo quale sia la causa che mi fa apparire unica e irripetibile, gratificante in misura certamente inattesa,  l’esperienza da Governatore del Distretto 108 La – Toscana.

Penso che, malgrado le risposte possano essere molteplici e tutte vere, la principale causa sia il rapporto con i Club.

Al termine dell’annata, dopo averli visitati tutti ed avere condiviso numerosissimi momenti di soddisfazione per i service realizzati, sottolineo l’operosità e la concretezza che hanno reso assolutamente speciale la nostra celebrazione del Centenario.

Ogni visita ad un Club ha costituito un confronto unico e peculiare tra il Governatore, che rappresenta l’unità del Distretto, e tutti i soci del Club, cioè di quella esclusiva cellula, ricca delle proprie peculiarità, che concorre a formare, assieme alle altre cellule analoghe, l’Associazione Internazionale dei Lions Club.

Comuni sono la vision, la mission, gli scopi e il codice dell’etica; comuni possono essere alcuni service proposti dal Distretto o a livello di Circoscrizione o di Zona, anche se per essi l’adesione del Club è libera: le strutture amministrative mettono a disposizione programmi e officer, ma è il Club che decide se avvalersi di ciò o perseguire gli scopi del lionismo e attuare le finalità comuni con propri programmi e modalità; in ogni caso i Presidenti di Zona e, qualora necessario, anche i Presidenti di Circoscrizione sono gli officer distrettuali più vicini ai Club per ogni supporto nel corretto ed efficace perseguimento degli scopi lionistici comuni;  il Governatore, nel corso della sua visita annuale, esamina e valorizza, prima con il Consiglio Direttivo e poi con tutti i soci, le peculiarità delle azioni da essi realizzate congiuntamente, non mancando di stimolare l’orgoglio di appartenenza a quel Club, con le sue specificità e tradizioni.

Ringrazio i 93 Presidenti di Club di questa annata del Centenario che, con fierezza e convinzione, mi hanno esposto il programma, realizzato o da realizzare: è stato entusiasmante! Pochissimi Club, che già si trovavano in difficoltà operative a causa di un numero limitato di soci, si sono nettamente ripresi ed hanno realizzato un valido programma, talvolta anche attuando i service insieme ad altri Club della Zona; per i soli due casi in cui si evidenziava una carenza di operatività, dovuta soprattutto a sopravvenute difficoltà personali del Presidente, è stato preso collettivamente da tutti i presenti l’impegno a completare insieme i programmi.

Le attività distrettuali ed i service proposti dal Distretto hanno avuto pieno successo:

– le raccolte fondi in favore delle zone terremotate, organizzare con innumerevoli iniziative, hanno raggiunto cifre ragguardevoli, posizionando il nostro Distretto fra i primi a livello nazionale;

– il service sulla psico oncologia, suggerito dall’Assessorato Regionale della Sanità, ha ottenuto il pieno e convinto sostegno di larghissima parte dei Club che, condividendone l’alta finalità sociale di solidarietà verso le donne, hanno finanziato la sua realizzazione, devolvendo la considerevole cifra di 31.400 euro; inoltre, una raccolta fondi effettuata durante una manifestazione organizzata il 20 giugno da Gabriella Ciabattini, responsabile del service assieme a Luca Lillo, ha incrementato tale somma che, entro pochi giorni, sarà fatta pervenire alla ricercatrice dell’Università di Pisa designata dall’Istituto Toscano Tumori; avere saputo dalla Dott.ssa Roncella, Direttrice del reparto di senologia della facoltà di Medicina di detta Università, che la ricerca da noi finanziata è stata ritenuta eccellente dalle altre analoghe strutture regionali e viene adesso comunemente da esse utilizzata, non può che renderci molto orgogliosi;

– tramite ripetuti contatti, tuttora in corso, sempre con l’Assessorato Regionale alla Sanità, è stato avviato a soluzione il problema della mancata comunicazione a numerosi medici Lions, che hanno da tempo dato la loro disponibilità, degli elenchi delle persone, economicamente svantaggiate, in favore delle quali effettuare gratuitamente le visite specialistiche nei loro ambulatori;

– la app “L’occhio della città intelligente” è stata realizzata e, sotto il controllo del Dipartimento disabilità della Facoltà di Medicina dell’Università di Firenze, sarà a breve implementata per rendere fruibili ulteriori servizi esistenti sul territorio del Comune di Firenze, al fine di costituire un importante sostegno per ipovedenti e non vedenti; la realizzazione è stata quasi totalmente finanziata dalla raccolta fondi effettuata, in occasione della messa in scena del bellissimo spettacolo “Quasi Pinocchio”, con il generoso concorso di tanti soggetti, Lions o non Lions, ai quali va un immenso “Grazie!”; la app, allocata in un server adatto al suo utilizzo, sarà disponibile per i Club che la vorranno rendere utilizzabile nella loro Città, facendosi carico dell’insererimento dei relativi specifici servizi ed utilità;

– ben sette cani guida sono stati acquistati presso la Scuola di Limbiate, tramite raccolte fondi a livello di Circoscrizione o di Zona;

– per svolgere in maniera sempre più efficace nelle scuole i service in favore dei più giovani, è stato firmato con l’Ufficio Scolastico Regionale un protocollo di intesa di durata triennale;

– nel Concorso  “Un Poster per la pace” il disegno di una studentessa toscana, selezionato prima dal Club di Pescia e poi dall’apposita Commissione distrettuale, coordinata da Carla Caldesi, si è classificato fra i migliori ventitre del mondo;

– il “Progetto Martina” ha avuto nuovo impulso dall’entusiasmo e dalla grande professionalità della coordinatrice distrettuale Laura Doni;

– il Progetto Amerigo, tendente a favorire l’approccio dei giovani al mondo del lavoro, ha trovato, con il sapiente coordinamento di Roberto Podrecca, piena condivisione in numerosi Club;

– sempre nell’area “Giovani” del Centenario, il service “INTERconNETtiamoci ma con la testa”, che mira ad  evidenziare i rischi della rete informatica e ad indicare i mezzi per fronteggiarli, ha avuto, per la profonda conoscenza della materia e per la capacità comunicativa di Piero Fontana, un successo travolgente anche al di fuori del Distretto e, se venisse proposto quale service nazionale, avrebbe ottime probabilità di successo;

– il service “I giovani e la sicurezza stradale”, coordinato da Paolo Sodi, ha visto il coinvolgimento di centinaia di giovani e  per la sua migliore attuazione, anche futura, è stato firmato un protocollo di intesa con l’ACI;

– l’impegno per sostenere il Banco Alimentare,  soprattutto tramite la raccolta fondi organizzata nella manifestazione “Scatta alle Cascine”, o per sostenere alcune Comunità che si preoccupano di procurare cibo a chi si trova in difficoltà, è stato pienamente onorato;

– la educazione al rispetto e alla tutela dell’ambiente ha costituito una priorità distrettuale soprattutto, ma non solo, nei confronti dei giovani;

– il Centro Studi ha svolto un programma intenso su temi di grande rilevanza, come quello dell’immigrazione, ha approfondito la questione della bassa presenza femminile tra i soci del Distretto, formulando in proposito valide proposte che sono state recepite anche a livello multidistrettuale, ed è stato molto attento al mondo giovanile facendo anche destinare dal Distretto tre premi in denaro ai vincitori di un concorso scolastico;

– il Lions Got Talent, che Vanessa Signorini ha valorizzato fra i Lions, è stato utilizzato da vari Club per le raccolte fondi da utilizzare per i propri service;

– in ben 28 piazze della Regione i Lions hanno organizzato giornate dedicate alle visite mediche specialistiche per i cittadini che non possono permettersi né di farle privatamente né di attendere il tempo necessario presso le strutture pubbliche;

– i service raccolta occhiali usati, dell’area vista del Centenario, e raccolta buste affrancate, in favore di paesi dell’Africa, hanno avuto successi oltremodo lusinghieri;

– per gli scambi giovanili è stata in questa annata effettuata una nuova ripartizione, nell’ambito del Multidistretto, che ha sensibilmente aumentato il numero degli scambi da e per la nostra Regione;

– i responsabili dei Campi giovanili Toscana e Toscana Disabili – Solidarietà “Giancarlo Poggi” hanno organizzato con cura e, mediante l’appoggio di numerosi Club, con risorse adeguate lo svolgimento fra luglio e agosto 2017 dei campi stessi;

– la struttura distrettuale LCIF ha ottenuto per il secondo anno consecutivo risultati oltremodo lusinghieri.

È d’obbligo segnalare, per il suo grande rilievo, un importante convegno organizzato, con la sapiente regia di Annalisa Parenti,  dal Club Firenze Cosimo dei Medici, presso la sede del Consiglio Regionale; nel corso del convegno, un qualificato gruppo di esperti ha fatto una documentata ricognizione sui vari aspetti applicativi della legge sullo “omicidio stradale”.

Il bellissimo concerto nella Basilica di Santa Croce, in occasione del cinquantesimo anniversario dell’alluvione di Firenze, il cui ricavato è stato destinato in favore delle zone terremotate, e il “Dinner Fashion Show”, splendido evento di moda e spettacolo che si è svolto il 21 giugno al Ristorante La Loggia del Piazzale Michelangelo, il cui ricavato è stato destinato al service internazionale “Lions Quest” e alla Fondazione istituita in memoria di Lorenzo Donati che consente a giovanissimi talenti di praticare il gioco del calcio in Colombia, anche se organizzati da un solo Club, il Firenze Giotto, devono essere ricordati perché hanno avuto un successo strepitoso e hanno contribuito a dare una immagine di grande efficienza dei Lions, grazie soprattutto all’estro, all’inventiva, alla capacità organizzativa e alla professionalità di Tullio Parronchi.

L’area comunicazione ha raggiunto risultati di eccellenza sia con il consenso ottenuto per il Distretto sui social media sia per aver ideato e realizzato un cambiamento epocale della rivista distrettuale, oggi “Lions Toscana”, dotandola di un contenuto rivolto in prevalenza all’esterno della Associazione.  Anche l’area informatica ha conseguito in ogni occasione (la riunione delle cariche, quattro riunioni consultive distrettuali, il congresso) risultati di assoluto rilievo.  I rapporti con ogni singolo Club sono stati curati con accuratezza, assiduità e disponibilità in ogni circostanza.  Il grafico Franco Pupillo, socio Lion, ha realizzato con grande professionalità il video che in ogni occasione ha evidenziato efficacemente il nostro costante e variegato impegno in favore della Comunità. Al Comitato Eventi, ed in particolare alla sua coordinatrice Giovanna De Palma, si deve il successo di gran parte delle manifestazioni di rilievo a livello generale. Alla grande serata del 9 marzo, organizzata in onore del Presidente Internazionale Bob Corlew, in visita a Firenze, hanno partecipato più di 300 Lions provenienti da tutto il Distretto.  Pierluigi Rossi ha trattato da par suo il tema nazionale di studio, organizzando due riuscitissimi convegni sulla robotica a Siena e a Firenze con relatori di altissimo livello.

Firenze sarà la sede del Congresso Multidistrettuale 2019 grazie alla delibera del Congresso Nazionale che ha approvato la proposta del Club Firenze Pitti.  Il Club Montemurlo organizzerà per un triennio a partire dalla prossima annata i Campi Toscana Disabili – Solidarietà “Giancarlo Poggi” a seguito dell’approvazione del Congresso distrettuale.

Una delle più rilevanti attività organizzative, per la nostra attività di servizio in favore della Comunità, è quella del Comitato Distrettuale per i rapporti con la Pubblica Amministrazione che ha prodotto uno schema di “Regolamento per la collaborazione fra Cittadini e Amministrazione per la cura,  la gestione condivisa e la valorizzazione dei beni comuni urbani”: anche a seguito della consegna a cura dei Club di tale schema, oggi il 10 % dei Comuni Toscani ha approvato un Regolamento con queste finalità, emergendo rispetto alla media nazionale che è pari al 3% dei Comuni; in una conferenza stampa indetta il 27 giugno 2017, sarà presentata  dalla Dirigente dell’Ufficio Legislativo del Consiglio Regionale della Toscana Dott.ssa Gemma Pastore, nostra amica Lion e componente dell’Osservatorio Rapporti con la P.A., nonché da me, quale Governatore dei Lions, e dal Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani,  che ringrazio per la grande vicinanza e sensibilità dimostrata in tutta l’annata,  una proposta di legge regionale, di cui lo stesso Presidente Giani è il primo firmatario, elaborata dai Lions, intitolata “Promozione della sussidiarietà sociale e della gestione condivisa dei beni comuni in attuazione degli articoli 58 e 59 dello Statuto della Regione Toscana”; questo passaggio, importantissimo  per l’attuazione pratica su tutto il territorio regionale dei principi di cittadinanza attiva cui si ispira la nostra attività di servizio, si deve anche alla collaborazione che si è instaurata fra i relatori, molto qualificati, di un Convegno organizzato congiuntamente dallo stesso Consiglio Regionale della Toscana e dal Distretto Lions 108 La – Toscana il 20 maggio 2017 al Teatro della Compagnia di Firenze.

Desidero esprimere un grazie del tutto particolare  allo staff Distrettuale, che ha costituito una squadra efficientissima e formata da grandi amici, sempre generosi e disponibili con tutti; un grazie di cuore ai Presidenti di Circoscrizione, veri miei alter ego sul territorio; grazie anche a tutti gli Officer e ai componenti dei Comitati Distrettuali; grazie a Valentina Panella, Presidente del Distretto Leo con cui, anche mediante la assidua opera del Leo Chairman Paolo Simoncini, si è instaurata una sinergia molto bella e produttiva: il Lions Day, organizzato assieme in maniera impeccabile e splendida dai Lions e dai Leo il 21 maggio in Piazza della Repubblica a Firenze, ha coinvolto cittadini e turisti con i suoi coloratissimi stand, con le sue gare sportive, con le sue prove di abilità, con i suoi spettacoli, ma soprattutto con la sua essenza di “Condividere le differenze”.

Auguri a noi tutti per un Distretto Lions 108 La – Toscana operoso, in continuità e condivisione, a favore della Comunità, sempre con grande volontà, convinzione e determinazione.

Carissimi Lions toscani, per me è stato sicuramente un privilegio servire assieme a tutti voi nell’anno del Centenario. Grazie!

Un abbraccio.

Antonino Poma