Posizione corrente:

Lions Toscana 108La > Magazine > I nostri Club > PER IL DECENNALE INIZIATIVA IN FAVORE DEI GIOVANI DEL LIONS CLUB FIRENZE COSIMO DE’ MEDICI

PER IL DECENNALE INIZIATIVA IN FAVORE DEI GIOVANI DEL LIONS CLUB FIRENZE COSIMO DE’ MEDICI


E’ una iniziativa del Lions Club Firenze Cosimo de’ Medici per favorire i giovani ed il loro ingresso o il loro passaggio da un Leo ad un Lions. Vediamo il perché. Spesso abbiamo osservato che dopo i 31 anni, quando i giovani escono dai Leo, non entrano nei Lions. Dopo quell’impegno tanto intenso che hanno profuso nel Club Leo sono costretti ad interrompere il loro percorso perché l’aspetto economico, in particolare a quell’età, non è un motivo trascurabile di poco conto. I ragazzi possono avere già trovato un lavoro, finita l’università , oppure a volte ancora questo non è avvenuto. Comunque oggi gli stipendi, soprattutto all’inizio del percorso lavorativo,  non sono certo elevati! E allora capita che queste giovani eccellenze si perdano per strada e noi non possiamo più usufruire del loro importantissimo fresco contributo.

Ecco dunque che il nostro Club ha deciso di venire loro incontro e offrire fino a trentasei anni la possibilità di entrare subito nel Lions con una quota veramente ridotta: i contributi destinati all’America e poco più. Saranno veri Lions, a tutti gli effetti, sia per poter entrare che per avere incarichi e a far parte del Consiglio. Insomma dei Lions Giovani! Ed è quello che il Club Firenze Cosimo De’ Medici ha deciso di offrire ed è una nuova opportunità per loro ma anche per noi grandi. Dopo aver fatto una necessaria modifica dello statuto e regolamento, sono entrati, durante l’importante serata del decennale che si è svolta presso l’Hotel Villa Medici il 21 settembre, i due giovani Caterina Sismondi e Filippo Cioni, poco più che trentenni. Il Governatore Antonino Poma si è complimentato per l’iniziativa e per il loro ingresso che porterà un grande contributo anche nell’opera di divulgazione e promozione fra amici di qualità e Leo in cerca di una nuova famiglia.

Enrico Balloni