Posizione corrente:

Anno 2013/2014


Serata di apertura – Mercoledì 25 settembre 2013

La serata di apertura dell’anno Lionistico 2013 del Club Firenze Bargello – distretto 108 La Toscana si è svolta il 25 settembre a Villa Viviani. L’incontro è stato allietato dalla folta partecipazione di socie, soci e numerosi ospiti, tra i quali la District Officer Rossella Gigli e Nino Poma e sapientemente condotto dalla Presidente Roberta Nannucci Golzio. Nel corso dell’evento il socio Alessandro Becattini, avvocato in Firenze, ha tenuto una prolusione sulla “Situazione della Giustizia in Toscana”: si è toccato temi quali  stato dei procedimenti penali e civili, novità legislative in materia di geografia giudiziaria e reati come pedofilia, pedopornografia e stalking, sui quali è particolarmente vivo l’interesse dell’opinione pubblica. È stata inoltre affrontata l’evoluzione dei reati per grandi categorie in Toscana, con particolare riferimento alla intrusione di associazioni criminali di vario tipo nel territorio della regione, fino a qualche anno fa vera e propria “oasi” in tal senso. Particolare interesse hanno suscitato poi le problematiche relative all’accesso dei cittadini alla giustizia civile e penale, anche in campo minorile. Sul punto, sia il relatore, sia alcuni interventi dei presenti, hanno approfondito i rapporti tra giustizia e servizi sociali, con particolare riferimento all’approccio psicologico verso i minori coinvolti in reati o cause civili quali affido, adozione e simili. Le domande e gli interventi sono stati numerosi, dimostrando ancora una volta forte interesse che i cittadini ed in particolare i Lions hanno per la giustizia e l’applicazione di questa nella realtà di tutti i giorni.   Qui di seguito sono riportate alcune slides che nel corso dell’esposizione hanno individuato e visualizzato gli argomenti principali. Le conclusioni della serata possono riassumersi nella frase utilizzata dal relatore per chiudere l’esposizione: “la giustizia è un malato non terminale, ma certamente cronico e ben lontano dalla convalescenza”, mentre l’auspicio è che ogni componente dello Stato e della vita sociale possa attuare in tempi accettabili quegli interventi necessari a pervenire a una migliore giustizia per tutti.

9  Ottobre 2013 – Visita ai restauri di Palazzo Davanzati

Il Club è stato ospite della Direttrice di Museo Davanzati, Dott.ssa Brunella Teodori che, insieme al restauratore Daniele Rossi, ha illustrato ai soci il restauro ai dipinti di Giovanni di Ser Giovanni detto lo Scheggia effettuati grazie al contributo del L.C. Firenze Bargello erogato nell’annata 2012/2013. Si tratta di quattro tavole in legno sulle quali sono dipinte scene dei Trionfi. http://www.palazzo-medici.it/mediateca/it/Scheda_Giovanni_di_ser_Giovanni,_detto_lo_Scheggia

23 Ottobre 2013 – “I diari di viaggio inediti di Virginia Woolf”

Le due autrici, Franccesca Cosi e Alessandra Repossi, ospiti del club a Villa Viviani, hanno illustrato il loro lavoro ed i contenuti dei due diari della scrittrice inglese famosa ne mondo. Frutto di una attenta e minuziosa traduzione, questi diari ci accompagnano, uno nei viaggi compiuti da Virginia Woolf in Italia, Grecia e Turchia e l’altro nella sua amata campgna inglese. Il primo ci offre una Virginia Woolf inedita, critica nei confronti di attese in parte deluse; conosceva il greco antico ma scopre di non poterlo utilizzare per comunicare con i greci moderni, scopre paesaggi che spesso mette a confronto con la sua terra d’origine. Una serata piacevole e interessante che Francesca e Alessandra hanno reso ancora più gradevole con un’amabile esposizione su Virginia che entrambe ammirano e amano.

27 Novembre – Donne di carta

Il Lions Club Firenze Bargello ha celebrato la giornata mondiale contro la violenza sulle donne a fine novembre con una performance delle Persone libro dell’Associazione Donne di carta (www.donnedicarta.org) portavoce, in Italia, del “Proyecto Fahrenheit 451”, fondato, a Madrid,  da Antonio Rodriguez Menendez. La nostra Presidente Roberta Nannucci Golzio ha infatti voluto un incontro particolare che unisse voci in difesa dei diritti delle donne e promozione alla lettura in tutte le sue forme.

Donne di carta è infatti un’associazione culturale nata nel 2008 a Roma, che ha come scopo principale la sensibilizzazione alla lettura, mezzo essenziale non solo per la crescita personale ma anche di conoscenza e di comunicazione sociale. L’aspetto che più ha colpito i numerosi ospiti che abbiamo avuto a Villa Viviani è stato il modo con cui operano le “Persone Libro” che fanno parte dell’Associazione: sono lettori e lettrici di qualunque età che imparano a memoria brani di libri che amano particolarmente e che li recitano davanti a qualunque tipo di pubblico li inviti per un incontro. Diventano quindi dei veri e propri libri parlanti ad alta voce, che vanno in giro nelle piazze, nelle librerie, nelle biblioteche, nelle scuole a “dire” il loro messaggio, per trasmettere le emozioni che hanno provato nel leggere i libri che prediligono.

Nell’offrirci un nuovo strumento di condivisione e di relazione sociale, per la nostra serata hanno scelto Voci e immagini femminili contro la violenza e in difesa dei diritti: per una sera dunque si sono fermati da noi e hanno dato un importante contributo non solo di sensibilizzazione, ma anche di promozione ad una diversa cultura dell’ascolto e al recupero della memoria e dell’oralità.

18 Dicembre – Serata degli Auguri

Mercoledì 18 Dicembre a Villa Viviani i soci del club si sono riuniti per il consueto scambio degli auguri. La serata è stata alietata da un duo musicale che ha interpretato canzoni di artisti famsi come Mina, Gino Paoli ma, vista l’atmosfera natalizia, al momento del brindisi non sono mancati i tradizionali canti di natale. Presenti con un piccolo mercatino sia La Ronda della Carità (Associazione fiorentina che assiste gli indigenti) con le sue splendide candele e FLO, un negozio che ha sede e vendita in Lungarno Corsini i cui manufatti sono il prodotto di attività di donne che fanno parte di comunità africane  che lavorano tessuti per creare capi di abbigliamento e/o accessori oppure persone disabili. I ricavato delle vendite della serata è andato a sostegno delle attività di assistenza entrambe.

26 Gennaio – Burraco di beneficienza

Una domenica invernale, un ambiente caldo e accogliente, il piacere di misurarsi nel gioco, uno scopo generoso. Il Lions Club Firenze Bargello ha offerto, a chiunque desiderasse partecipare, questi ingredienti per trascorrere un pomeriggio tra amici, giocando a burraco, ma soprattutto devolvendo il ricavato di questa iniziativa a La Ronda della Carità e della Solidarietà. Si può portare il nostro aiuto anche attraverso una semplice manifestazione come può esserlo un torneo di burraco. L’Associazione onlus, a cui sarà destinato l’incasso  del torneo, è nata a Firenze nell’ottobre 1993. Il servizio che essa offre viene svolto da volontari che soccorrono persone che vivono in stato di povertà, che  dormono nelle strade, nelle stazioni e nei sottopassi, portando loro cibo, bevande, coperte e indumenti. Lo scopo dell’ Associazione è anche quello di avvicinare le persone in grave stato di marginalità cercando di instaurare un rapporto che permetta a molti di loro di iniziare un percorso per raggiungere una migliore qualità di vita. L’impegno nel gioco è stato premiato con una merenda a buffet e icchi premi per i vincitori e…..non solo per loro!

7 Febbraio – “Live for Life”

Una serata davvero elettrizzante! 1200 persone presenti al Teatro Verdi di Firenze venerdì 7 febbraio per assistere allo spettacolo che 6 cover band e la splendida Diana Winter hanno generosamente offerto ad un pubblico che ha saputo apprezzare. Le sei cover band, Santiago, la Combriccola del blasco, Little over zero, Innocenti evasioni, Great  Queens Rat, Ligabue cover band hanno eseguito brani famosissimi che hanno creato una magica atmosfera riuscendo persino a far ballare il pubblico nonostante lo spazio ristretto del teatro. L’intero ricavato della serata è stato devoluto al Campo giovani disabili del Distretto 108 La.

12 Febbraio – Charter Night e visita del Governatore

L’annuale visita del Governatore anche quest’anno ha coinciso con la Charter Night del club. Insieme al LC Bagno a Ripoli, dopo le doverose riunioni dei consigli con il Governatore, si è svolta a Villa Viviani la serata in un clima di rilassata e serena convivialità. Il nostro club ha consegnato alla socia Olga Mugnaini una targa quale riconscimento della sua attività come socia e giornalista impegnata ma, soprattutto per il suo ultimo lavoro di traduzione in italiano moderno de Il Principe di Machiavelli. Alla past president è stato consegnato dal Governatore il Premio Excellence per l’annata lionistica 2012/2013.

26 Febbraio – Artisti in coppia

Ospite della serata Marilena Mosco, già Direttrice del Museo degli Argenti di Palazzo Pitti, nota storica dell’arte e autrice di numerosi libri e importanti pubblicazioni. In un in un incontro che ha visto la partecipazione di numerosi ospiti, ci ha presentato il suo ultimo libro, uscito a fine 2013 “Artisti in coppia. Passione, complicità e competizione“: un percorso attraverso la storia di dodici coppie di artisti, unite da un legame di amore che è diventato ora complicità, ora ossessione o dura competizione. Marilena Mosco attraverso immagini di quadri e sculture – celebri o meno conosciute -, ci ha guidato in un mondo complicato di sentimenti collegati tutti da un filo rosso, l’amore, e dai suoi molteplici aspetti, talvolta assai contraddittori. Una lucida e in alcuni casi spietata indagine psicologica ci ha spinto a vedere sotto una nuova luce la coppia Pablo Picasso e Dora Maar con la loro sfida fatale, oppure quella – che finisce inesorabilmente per logorarsi con egoismo e competizione – di Auguste Rodin e Camille  Claudel. Fra le altre coppie Amedeo Modigliani e Beatrice Hastings (amore e guerra), la coppia futurista di Filippo Tommaso Marinetti e Benedetta Cappa, ma soprattutto la passione  rivoluzionaria e tutta sudamericana di Diego Rivera e Frida Kahlo (particolarmente noti in questo periodo per le mostre a loro dedicate). Si è trattato dunque di una riflessione appassionata sui sentimenti d’amore e la loro influenza sulla creatività delle persone, un approfondimento sui vincoli affettivi e sulle contraddizioni di collaborazione e competizione che tanto caratterizzano la società del nostro tempo.

La serata è stata l’occasione per la nostra presidente Roberta Nannucci Golzio per consegnare alla Direttrice de La Ronda della Carità l’assegno con il ricavato di un service realizzato con una gara di burraco organizzata dal nostro Club nel mese di gennaio: abbiamo avuto modo così di farci raccontare più dettagliatamente gli scopi di questa importante associazione  onlus, che dedica le proprie forze e l’attività dei propri volontari ad avvicinare le persone che vivono in grave stato di marginalità, non solo portando loro cibo e vestiario, ma cercando di aiutarli a trovare nuovi percorsi di vita, in collaborazione con i servizi sociali territoriali fiorentini.

12 Marzo – Il Principe di Machiavelli

Machiavelli e il suo Principe sono stati lo sfondo di una serata che il Club Firenze Bargello ha voluto dedicare alla socia Olga Mugnaini la quale ha pubblicato in italiano moderno una delle opere più famose nel mondo. L’occasione del quinto centenario del celebre trattato che lo scrittore fiorentino volle dedicare a Lorenzo de’ Medici, nipote del più illustre zio Lorenzo il Magnifico, è stata la molla che ha fatto scattare un desiderio sopito per anni. L’opera è nota ma, il motivo che ha spinto il club nel voler organizzare un incontro con l’autrice della traduzione in italiano moderno di un testo che ha già subito nel corso dei secoli numerose traduzioni, è stato quello di volerne conoscere i segreti di interpretazione e l’atteggiamento critico che l’ha impegnata in un così delicato compito.

Olga, da esperta giornalista qual è, ha spiegato tutto molto chiaramente. Ci ha fatto capire il perché della necessità di rendere accessibile a tutti un testo che altrimenti non troverebbe mai spazio sul nostro comodino per una lettura serale. Persino i ragazzi nelle scuole lo hanno apprezzato, perché finalmente non c’è da fare lo sforzo che richiede una lettura concentrata sulla comprensione di vocaboli lontani dal nostro uso quotidiano e di frasi costruite secondo regole che le rendono illeggibili. Tradurre non è soltanto un mero esercizio di sostituzione di un vocabolo con un altro più comprensibile,  vuol dire anche conoscere il testo, avere una buona padronanza della lingua usata allora e di quella odierna, significa, soprattutto, avere chiaro il pensiero dell’autore che ben cinquecento anni fa ha scritto “i consigli per un buon principe”.

Il rischio che si corre maggiormente in questo difficile lavoro, è un rischio alto, cioè quello di perdere l’emotività nascosta nelle parole. E’ in buona parte l’opera che deve fare uno storico quando si avvicina alla sua fonte. Le scritture non devono fare perdere il lato umano intrinseco al documento;  il tempo trascorso deve essere attualizzato per continuare a percepire la densità dei sentimenti che avevano spinto un uomo in esilio, a scrivere un caloroso “appello” a colui che avrebbe potuto farlo rientrare nella sua città.

Olga è stata capace di trasmettere tutto questo e ci ha rapito, prima con il suo modo colorito e spiritoso di raccontare il suo impegno e la storia di Firenze, poi con un originale documentario reso ancora più interessante da interventi  di personaggi famosi che hanno, insieme a lei, reso omaggio a Niccolò Machiavelli.

24 Marzo – Una gara di cucina a casa di Milvia “L‘ITALIA NEL PIATTO”

“L’Italia nel piatto” è stato scelto  come tema per una gara di cucina tra i componenti del LC Firenze Bargello che si è tenuta il 24 marzo 2014 a casa della socia Milvia a Monteoriolo (FI).

Che si trattasse di un’idea vincente è emerso fin dall’inizio visto che ben dodici soci hanno entusiasticamente aderito all’iniziativa e chiesto di rientrare nel numero dei concorrenti e quindi sono stati suddivisi in due squadre che si sono esibite al meglio per offrire ai competenti e attentissimi giudici di gara, il meglio del loro repertorio di ricette della tradizione o innovative ma sempre in aderenza con quelli che sono i prodotti e i gusti della nostra bellissima terra. In effetti la giuria era composta dai mariti e dalle mogli dei soci, dai soci non partecipanti e da parenti e amici, che hanno apprezzato e comunque votato con oculatezza tutte le portate che sono state loro offerte, talvolta perdonando qualche piccola sbavatura ma più spesso apprezzando e valutando positivamente ciò che via via veniva loro presentato. Milvia è stata gentilissima mettendoci a disposizione la sua bella casa e soprattutto la sua fantastica grande cucina dotata persino di una vecchia cucina economica perfettamente funzionante che ha contribuito a tenere ben caldi i piatti. Crostini vari, crespelle, pici, lasagne e pappa al pomodoro, peposo e contorni, i dolci si sono susseguiti presentati di volta in volta da una breve nota esplicativa scritta direttamente da chi aveva eseguito il piatto ma letta da altri concorrenti per non influenzare il giudizio della giuria. Inoltre tutto si è svolto in un clima di amicizia, simpatia e calore anche un po’ aiutato dall’ottimo vino offerto dalla nostra socia Carla; persino i due bellissimi nipotini di Milvia hanno partecipato assaggiando e collaborando alla guarnizione di alcune portate che sono state decorate e rifinite appena prima di andare in tavola. Penso proprio che i Governatori passati, così come l’attuale, quando ci hanno spronato a incrementare l’amicizia e lo spirito di collaborazione tra i soci, pensassero proprio che dovessero essere create anche iniziative come questa.

Infine, dopo aver assaggiato tutto fino all’ultima briciola, le squadre sono state giudicate e premiate e il nostro socio Alessandro, unico uomo in gara, ha vinto il primo premio assoluto ben meritato tra gli applausi di tutti i convenuti. Si trattava di un ottimo Pesce al vino servito in un vassoio a forma di veliero con scritto sulla vela il nome del nostro amato Lions Club Firenze Bargello.

Una serata veramente azzeccata che certamente ripeteremo mettendo in gara altri soci e che spero ci ridonerà lo stesso sorriso che quella sera tornando a casa ci ha accompagnato per tutto il tragitto.

9  Aprile – Antonio Natali presenta la mostra su Pontormo e Rosso Fiorentino

Serata indimenticabile quella iniziata con  un adempimento istituzionale, l’Assemblea dei soci, ma proseguita con un ospite d’eccezione, il Dott. Antonio Natali, curatore della mostra inaugurata lo scorso 8 marzo a Palazzo Strozzi e che resterà aperta fino a luglio.

Natali ci ha parlato del perché è stata voluta una mostra come questa che mette a confronto sala dopo sala, due artisti definiti gemelli ma che tali si possono intendere solo anagraficamente. Seppur Firenze e suoi dintorni sono stati i luoghi natali dei due pittori, e quella di Andrea Del sarto è stata la bottega presso la quale sin da giovanissimi entrambi hanno maturato la loro esperienza artistica, il loro stile ed i rispettivi messaggi sono marcatamente diversi. Natali ce ne ha spiegato origine e contesto storico, scegliendo con cura una serie di slide che hanno riprodotto i quadri oggi ancora in mostra.

14  Aprile – Visita alla mostra su Pontormo e Rosso Fiorentino a Palazzo Strozzi

L’anticipo del Dott. Natali non ha fatto che aumentare l’interesse e la curiosità dei soci che già avevano in programma una visita alla mostra di Palazzo Strozzi. E’ stato come viaggiare in mezzo alla Firenze del 1500, accompagnati dall’amabile presentazione di Paolo Caselli che ci ha presentato ogni singola opera facendola apprezzare nella sua interezza ma anche nei minuziosi dettagli. Abbiamo avuto modo di verificare, in un continuo confronto di quadri, disegni, arazzi e affreschi, quanto i due talenti fiorentini, forse meno conosciuti di altri ma non per questo meno bravi, abbiano messo la loro vocazione pittorica al servizio delle corti che dominavano le città di allora, non soltanto Firenze. Il viaggio è stato denso di scoperte tra brillanti colori, vivaci espressioni e plastiche posizioni che ci hanno  totalmente rapito.