Posizione corrente:

Lions Toscana 108LA > News e Attività > Club > Lions Club Cortona Corito Clanis – Concorso Internazionale di Poesia “Molteplici Visioni d’Amore, Cortona Città del Mondo”

Lions Club Cortona Corito Clanis – Concorso Internazionale di Poesia “Molteplici Visioni d’Amore, Cortona Città del Mondo”


Poesia, respiro dell’Anima: due premi interessanti

Ad essere premiata per ben due volte, durante la trascorsa estate, è stata Giuliana Bianchi Caleri, affermata poetessa, con tre raccolte di poesie al suo attivo, contributi in varie riviste, nonché Presidente del Premio nel Concorso Internazionale di Poesia “Molteplici Visioni d’Amore, Cortona Città del Mondo”, indetto ogni anno dal Lions Club Cortona Corito Clanis e giunto ormai alla nona edizione. Le poesie premiate fanno capo a due concorsi diversi, l’una ,”Inno al Mare” è riferibile al Concorso legato all’Isola d’Elba dal titolo “Ascoltando i silenzi del Mare”e, con la sua poesia, Giuliana si è aggiudicata il secondo premio, assegnato con la Premiazione avvenuta a Portoferraio il 12 Giugno 2021, presso il Centro Culturale De Laugier( salone Conferenze) e successivamente pubblicata nell’Antologia “Ascoltando i silenzi del Mare”, ed. Setteponti. L’altra poesia, dal titolo “La tarda rosa”, faceva invece parte dei testi presentati per il “Premio internazionale letterario Poesia d’Amore in Dante Alighieri”, la cui premiazione è avvenuta presso l’Auditorium della Regione Toscana il 16 Settembre 2021, nella Sala intitolata a Spadolini, alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale Antonio Mazzeo e, con il suo testo, Giuliana si è aggiudicata il Primo premio. Si riportano di seguito  i testi delle due poesie, a testimonianza di un linguaggio poetico pervenuto in Giuliana ad una scabra essenzialità, dove parole scolpite come pietre cesellano gli stati dell’animo, quando la vita sembra smarrirsi in una notte senza tempo, e i volti e i pensieri che l’hanno popolata sono come inghiottiti in un vortice che non dà scampo, per tornare ad accendersi di nuovi bagliori se solo un sogno sosta tardivo, foriero di nuova speranza.

 

Inno al Mare

Graffi dell’onda agile

succhiano la sabbia mobile

e spruzzi benedicono

scogli ringhiosi

ai piedi di terrazze.

Mare dalle larghe braccia

e dal respiro avido e profondo

un dì a te m’abbandonai

all’esile ricerca

di tiepide carezze

e la rena fece da cuscino

nella placida notte di lampare.

Mare a te l’anima affido

 dai sogni verniciata…

tacita è ora la lingua

malata di salsedine

più non ha cuore di cantare

un accorato inno al mare.

 

Motivazione del Premio stilata dalla Giuria:

Il mare è al centro dell’inno poetico di Giuliana Bianchi Caleri, che sa  creare immagini forti fra sé e l’acqua salsa, con la quale ha avuto il suo colloquio d’amore. Ed è il ricordo a prevalere, creando immagini delle quali ha nostalgia”.

 

La tarda Rosa

Notte di lago e di nebbia

Non voci, né luci

Rotolanti nell’onde

Sfinite sulla rena.

Tutto si fonde e confonde

nel grasso pulviscolo,

come le nostre menti

disperse nel nulla.

Spaura la vita…

Il buio ingurgita

volti e pensieri.

Ma il mondo vive

se la tarda rosa

ancora indugia

fra un respiro di follia

 

Motivazione critica del Premio: “La poesia contiene eleganti metafore tratte da magnifici luoghi, una visione che alla fine diviene puro luogo dell’anima”.

A Giuliana, assidua cultrice della poesia, i migliori ringraziamenti per l’impegno che attivamente profonde nel divulgarne e sostenerne i valori salvifici, dei quali sempre più si avverte il bisogno, in un momento storico così duro e difficile, minacciato dalla chiusura ai rapporti sociali e dal conseguente isolamento, troppo spesso porta aperta sulla depressione.

 

BANDO_PREMIO_2021-2022